Meditazione e Emozioni

Attraverso la meditazione si tende a controllare l’attività mentale, che favorisce non solo la quiete mentale ma anche lo sviluppo di emozioni positive quali l’amore e la compassione.

Questo è il risultato di un esperimento scientifico svoltosi in un laboratorio dell’Università del Wisconsin nel 2001, riportato in un libro scritto dal Dalai Lama e Daniel Goleman dal titolo Emozioni Distruttive. Per l’esperimento è stato chiesto ad un monaco buddhista di raccogliersi in meditazione, per capire se un individuo possa da sé produrre cambiamenti positivi e duraturi nelle funzioni cerebrali, il cui impatto sulle emozioni sia più duraturo rispetto a quello dei farmaci. E pertanto, capire se gli individui sono in grado di addestrare la mente, e quindi possano essere messi in condizione di gestire le proprie emozioni, indipendentemente dal fatto che siano individui animati da una ricerca spirituale. Il monaco fu sottoposto a vari test – ivi inclusi una risonanza magnetica funzionale ed un EEG – dai quali emersero dati straordinari, e cioè come la mente può essere addestrata in seguito a pratiche quali la meditazione, perché la struttura del cervello può essere modificata, e come la nostra salute mentale e fisica possa conseguentemente migliorare.

In breve, grazie ad alcuni metodi di addestramento della mente, si è arrivati alla conclusione che è possibile controllare meglio le emozioni destabilizzanti quali la rabbia e la gelosia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: