Emozioni e Rimedi Floreali di Bach

La parola chiave del Dr. Bach era “semplicità”. Egli sosteneva che tutto in Natura è semplice e riesce a soddisfare le nostre necessità – cibo, acqua, aria e calore. Pertanto,la Natura stessa è in grado di provvedere anche ai mezzi per farci stare bene.

Bach ha pertanto voluto creare un sistema “semplice”, che usufruisse di prodotti che la Natura mette a disposizione, e che potesse essere alla portata di tutti. Infatti, secondo lui, si dovrebbero prendere i Rimedi così come si prende una foglia di lattuga per soddisfare la fame.

I Rimedi del Dr. Bach sono stati da lui individuati proprio con l’intento di attenuare gli effetti indesiderati dello stress, agendo in modo diretto sulla mente – e quindi sulle emozioni – elevando le difese immunitarie. Si potrebbe così affermare che i Fiori di Bach hanno la capacità di trasformare il distress in eustress. Se ne deduce che l’individuazione delle vere emozioni che producono stress nell’individuo è di estrema importanza per la scelta dei Rimedi da prescrivere e quindi per la guarigione o prevenzione della malattia.

Nel Sistema di Bach si distinguono i problemi emotivi “transitori” dai problemi emotivi “a lungo termine”. Per i primi si intendono quegli stati d’animo che durano per un periodo di tempo relativamente breve, mentre i secondi si riferiscono a quegli stati emotivi che ci portiamo avanti nel tempo – anche per anni – e che non sono mai stati risolti veramente – forse perché ci si è adattati alle circostanze – e che hanno portato ad una modifica della nostra personalità. In pratica, in quest’ultimo caso le emozioni negative si sono accumulate in quello che viene chiamato lo “snowball effect”.

Possiamo noi stessi scegliere i rimedi per gli stati emotivi transitori passando in uno stato chiamato dagli psicologi metaemozione, e cioè cercando di fronteggiare i nostri stati d’animo così da distinguerli più nettamente. Ma, appunto, quando questi stati emotivi vengono ignorati per lungo tempo, allora si formano degli “strati” di emozioni negative da noi vissute che devono essere man mano riconosciute e “scoperte” una ad una. Questo processo è stato associato all’apertura – strato per strato – di una cipolla: ogni strato della cipolla corrisponde ad una emozione negativa di cui dobbiamo liberarci prima di arrivare al suo interno. Che cosa possiamo aspettarci di trovare nel cuore della cipolla? A volte scopriremo il nostro Rimedio tipologico, che ci dimostrerà la qualità principale della nostra personalità sulla quale dovremo lavorare. A volte, invece, potrebbe essere un evento traumatico che non è stato affrontato adeguatamente al tempo in cui è avvenuto. Oppure, potrebbe essere una piccola emozione cresciuta a dismisura. L’unico modo per saperlo sarà quello di cominciare a togliere uno ad uno gli strati della nostra cipolla. Il modo per farlo è il seguente:

a) selezionare i rimedi di cui abbiamo bisogno al momento, per come ci sentiamo “adesso”

b) assumerli regolarmente finché sentiamo che non svolgono più la loro funzione

c) selezionare nuovamente i rimedi

d) fermarsi quando non si sente più il bisogno di assumerli.

I rimedi ci danno in questo modo l’opportunità di imparare qualcosa su noi stessi. Questo processo ci arricchisce e ci insegna come siamo predisposti a rispondere agli stress. Usati in modo appropriato, i rimedi possono darci un “insight” su chi veramente siamo. C’è da dire comunque che i rimedi non necessari che vengono assunti non interferiranno assolutamente con quelli appropriati, ma diverranno passivi.

A volte può riuscire difficile “capire se stessi”, specie se non si è abituati ad ascoltare i messaggi del corpo – e quindi della mente -, per cui si rende necessario l’aiuto di un consulente, qualcuno che possa capire i nostri veri stati d’animo attuali per poter individuare i rimedi adatti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: