Come controllare la componente limbica del cervello?

In una intervista rilasciata il 3 gennaio 2008 da Rita Levi Montalcini sul “Venerdì di Repubblica”, alla domanda della giornalista Cristina Mochi: Il mondo le sembra più razionale di ieri? La scienziata Premio Nobel rispondeva:
 
“Viviamo ancora dominati da bassi impulsi, come cinquantamila anni fa.
Perché il nostro cervello ha una componente arcaica e limbica (che ha sede nell’ippocampo) che è aggressiva, emotiva e affettiva ed è quella che ha permesso all’australopiteco di salvarsi, quando è sceso dagli alberi e ha affrontato il mondo.
L’altra componente, cognitiva e neocorticale, è molto più recente e corrisponde alla fase dello sviluppo del linguaggio. Purtroppo questa parte non riesce ancora a controllare quella più antica che, anzi, nei momenti estremi (guerre, crisi, carestie) torna dominante. Sono le condizioni ambientali, in definitiva, a metterla in funzione: nei regimi totalitari, per esempio, l’attività del cervello arcaico è al massimo”.
 
Rita Levi Montalcini continua l’intervista affermando che occorre tenere sotto controllo le emozioni, e che ciò è possibile anche attraverso l’educazione scolastica, poiché i bambini “hanno una componente cognitiva sulla quale bisogna fare leva fin dalla nascita”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: