Similitudini fra Buddhismo e Ch’anismo: spontaneità e silenzio che conducono alla meditazione

Il Ch’anismo (più noto come Zen in giapponese), è il Buddhismo cinese. Ch’an è la traduzione fonetica cinese di Dhyana, che in lingua indiana vuol dire meditazione. Ed infatti, il Ch’anismo pone l’accento sulla meditazione come disciplina religiosa che conduce alla tranquillità della mente e quindi all’illuminazione improvvisa.

Il Buddhismo indiano fu introdotto in Cina nella seconda metà del I sec. d.C. Per i cinesi non deve essere stato difficile accettare la filosofia buddhista, dati alcuni concetti simili al Taosimo. Infatti, all’inizio i testi buddhisti venivano presentati nei termini di Lao-tzu, Chuang-tzu e I-ching, secondo un metodo d’interpretazione chiamato Ko-i – nonostante non tutti i monaci cinesi accettassero passivamente questo metodo….

I concetti portati avanti dal Ch’anismo erano fondamentalmente due: spontaneità e silenzio. Quest’ultimo è strettamente legato al primo, anzi ne è la conseguenza. E’ spontaneità quella che caratterizza le azioni del Bodhisattva, così come è spontaneità la conoscenza superiore del Saggio taoista. La meditazione – dhyana – deve essere spontanea, così come lo è l’accorgersi che le cose sono “così come sono” (tathata). Ed è spontanea l’illuminazione stessa.

Da questa spontaneità deriva il concetto di silenzio, cioè l’impossibilità di affermare qualsiasi cosa. Per i seguaci del Ch’anismo, la Realtà non può essere nè espressa a parole nè può essere scritta, proprio come per i taoisti il Tao che può essere descritto non è il Tao Assoluto. La Realtà è chiamata “la mente” o “la natura di Buddha”, che è presente in tutti gli esseri senzienti. D’accordo con la scuola Mahayana, il Ch’anismo insegna che questa Realtà è sunya, e cioè “vuoto”, inesprimibile a parole e inconcepibile col pensiero. La vacuità non è negazione, essa trascende anche la negazione: è il non-qualificabile che, come scrive G. Tucci, “non può mai diventare contenuto del pensiero” (“Le religioni del Tibet” trad.it., Roma 1976, p.101). Inoltre, “questo vuoto è tale perché il nostro pensiero non riesce a definire l’Essere” (Ibidem, p.128). Perciò, il miglior modo per esprimere la Realtà sta nel rimanere in silenzio.

Eppure noi – che facciamo parte del mondo samsarico – esigiamo delle spiegazioni, non comprendiamo il silenzio. Una volta a Ma-tzu (morto nel 788) fu chiesto: ‘Perché dici che il vero spirito è Buddha?’ Ma-tzu rispose: ‘Io voglio semplicemente far smettere il pianto dei bambini.’ ‘E nel caso smettessero di piangere?’ gli si chiese nuovamente. ‘Allora nè spirito nè Buddha’ fu la risposta. Un altro Maestro Ch’an disse che In realtà quella tale cosa detta Bodhi non esiste. Che il Buddha ne parlasse era solo per il fatto che la considerava un mezzo per educare gli uomini, proprio come si possono far passare delle foglie gialle per monete d’oro al fine di frenare il pianto dei bambini….’*

La nostra sete di sapere è simile al pianto dei bambini…. noi smettiamo di piangere allorché siamo soddisfatti della risposta ricevuta. La cosa migliore, dicono i ch’anisti, è lasciarsi andare senza sforzi deliberati. Questo è anche il wu-wei dei taoisti.

Lo stesso Buddha scoprì che sforzarsi di trovare risposte non funzionava, e cominciò ad accorgersi che esisteva in lui una qualità “sveglia” che si manifestava solo in assenza di sforzo. Da qui il lasciar essere, il “metodo scoperto dal Buddha”, cioé la pratica della meditazione. Così come il musicista di sitar, in un famoso aneddoto riguardo al Buddha, non accorda le corde del suo strumento nè troppo tese nè troppo lente, allo stesso modo – insegna il Buddha – non bisogna imporre nulla con troppa forza nella nostra mente, nè dobbiamo lasciarla vagare qua e là.*

*Fung Yu-lan “Storia della filosofia cinese”, trad. it., Mlano 1975.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: