Ottimismo (Abund Essence): una miscela di Fiori Australiani di Bush

Questo lungo periodo di crisi economica sta causando in molti depressione dovuta a molti fattori sia esterni che psicologici, e cioè disoccupazione, poca disponibilità economica, paura del futuro, disistima, amarezza nei confronti della vita, scontentezza, noia, vuoto interiore, perdita di interesse nella vita, attaccamento al passato e difficoltà al cambiamento.

Una miscela di Fiori Australiani (Australian Bush Flower Essences) a cui in Italia è stato dato il nome Ottimismo (mentre la denominazione inglese originaria è Abund Essence) può aiutarci a superare questo difficile momento. La miscela, che si può facilmente acquistare già pronta nelle farmacie o nei rivenditori autorizzati, risulta efficace a risollevarci facendoci ritrovare la nostra strada, rendendoci più “ottimisti” riguardo al nostro futuro, ed è composta dai seguenti Fiori Australiani:

Bluebell (specie Wahlembergia): per la paura della “perdita”. E’ una essenza che si prepara nelle Olgas, uno dei centri più spirituali dell’Australia. Questa essenza aiuta ad aprire il cuore. Aiuta a tirare fuori quelle emozioni che vengono represse. Vi è una paura inconscia di non poter continuare a sopravvivere se le emozioni di gioia e di amore venissero espresse liberamente. A volta questa paura si instaura in persone che per propria natura sono rigide con se stesse.

Boab: modelli familiari negativi. Il Boab è un albero che si trova solo nella regione Kimberley, nell’Australia nord-occidentale. E’ una delle essenze di Bush più potenti, che ha prodotto cambiamenti profondi. Libera da modelli familiari ed emotivi negativi che si sono tramandati di generazione in generazione. Aiuta chi ha avuto esperienze di abuso o pregiudizio da parte di altri. Libera da legami karmici negativi.

Christmas Bell: perdita nell’abbondanza. E’ un’erba perenne che si trova facilmente nel New South Wales e fiorisce da fine dicembre a febbraio. Questo rimedio assiste nella gestione materiale delle cose e nella responsabilità dei propri averi. E’ di beneficio a coloro che fanno esperienza di una perdita qualsiasi.

Five Corners (Styphelia triflora): bassa stima di sé. Tradotto letteralmente significa “Cinque Angoli” e corrisponde alla posizione anatomica delle braccia e delle gambe allargate, di cui la testa costituisce il quinto punto. L’essenza permette alla forza vitale di arrivare a questi cinque centri, il che fa sentire bene in se stessi e forti. Fa sentire l’amore e la bellezza che risiede dentro di noi. Risolve problemi che riguardano la stima di sé, l’amore verso se stessi e la perdita di fiducia.

Philotheca (Philotheca salsolifolia): generosità eccessiva. Questa essenza fa accettare i riconoscimenti dei propri traguardi. Le persone sono spesso brave nell’ascolto e generose. Permette alle persone timide di parlare dei propri successi e dei propri progetti.

Pink Flannel Flower: vedere la vita insignificante. E’ una pianta molto rara che appartiene alla famiglia delle Apiaceae. Permette di essere grati per tutti gli aspetti che la vita ci offre e di cui si fa esperienza. Dà apprezzamento e aiuta a far gioire per le piccole cose della vita. Rende consapevoli delle benedizioni di ogni momento della nostra vita, altrimenti la vita diventerebbe insignificante, piatta, e si perderebbe la gioia di vivere. 

Southern Cross (Xanthosia rotundifolia): avere pena per la propria condizione. E’ una essenza prodotta in Western Australia. E’ per coloro che hanno la tendenza a sentirsi delle vittime, perché per loro la vita è stata difficile. Questa essenza aiuta a capire che siamo noi a creare le situazioni che ci capitano nella vita e che possiamo cambiare le situazioni solo se cambiamo i nostri pensieri.

Sunshine Wattle (Acacia terminalis): fermi nel passato, nelle esperienze negative. Per coloro che hanno avuto un passato difficile e si sono fermate lì. Riportano le esperienze negative del passato nel loro presente. Si ha una visione nera della vita, e piena di lotte. Quando si guarda alla propria vita si vedono solo le esperienze negative che continuano nella vita futura. Dona la capacità di vedere la bellezza e la gioia nel presente e di anticipare il futuro in modo ottimistico.

I Fiori Australiani hanno una modalità di assunzione diversa dai Fiori di Bach: basta assumerne sette gocce la mattina al risveglio e sette gocce la sera prima di coricarsi, per tre settimane o a fine boccetta di 30 ml.

Ricordatevi che, come tutte le essenze floreali, anche questi rimedi agiscono ad un livello energetico diverso da persona a persona. E’ bello potersi soffermare e sentirne le vibrazioni ogni qualvolta si assumono le gocce (preferibilmente sotto la lingua, anche diluite in poschissima acqua). E poi, rimanere consapevoli durante il periodo di assunzione dei rimedi, per captare gli umori, i cambiamenti (se si presentano), i pensieri, senza mai avere paura di conoscere nuovi aspetti di noi stessi. Anche i sogni possono rivelarci qualcosa di interessante.

Abbandoniamoci alle essenze floreali con fiducia, e apriamoci al nostro mondo interiore.

Annunci

Emozione o Autocontrollo?

Come contrario della parola Emozione, leggo nel dizionario italiano Autocontrollo.

L’autocontrollo altro non è che l’evitare di venire preda dei propri impulsi ed emozioni. Dunque, il nostro equilibrio psicofisico non si basa sull’assenza di emozioni, ma sull’educarci a vivere pienamente le emozioni congrue alle situazioni della vita, senza arrivare a sentimenti estremi o emozioni troppo intense che possono minare la nostra stabilità.

Cambiando il nostro atteggiamento mentale, potremmo anche imparare a cambiare i pensieri distruttivi. Per esempio, sarebbe opportuno imparare a gestire la nostra e l’altrui rabbia riconoscendone i segnali, interrogandosi sulle sue vere origini, e quindi prendendone consapevolezza.

Educarsi al pensiero positivo è un primo traguardo importante. E’ infatti scientificamente provato che le emozioni positive hanno la potenza di limitare la secrezione di ormoni da stress (il cortisolo) e di attivare la produzione degli analgesici naturali dell’organismo (le betaendorfine). Insomma, l’ottimismo facilita il percorso verso lo stato di benessere psicofisico, che si concretizza nell’autostima, definita “il narcisismo sano” da Freud e “il sistema immunitario della coscienza” da Nathaniel Branden.

Per aiutare a raggiungere questo obiettivo, in occidente, oltre alla psicoterapia, si sono sviluppate diverse pratiche psicologiche quali il training autogeno, il counselling, l’ipnosi, il rilassamento, che permettono di riequilibrare la comunicazione in atto fra mente-corpo-psiche. Un’altra tecnica di successo nella liberazione delle emozioni negative si è rivelata la risoterapia, che rafforza le difese naturali bilanciando gli effetti immunodepressivi dello stress.

Imparare a riconoscere e a gestire le nostre emozioni

La neuroscienza e la psicologia moderna assicurano che per avere successo nella vita è necessario aumentare la metaemozione, e cioè la consapevolezza delle nostre emozioni. Come? Cercando di controllare meglio le emozioni negative, rimanendo ottimisti e perseveranti nonostante le frustrazioni, aumentando l’empatia, curandoci del nostro prossimo e cooperando, stabilendo legami sociali.

I Fiori di Bach sono rimedi naturali, estratti soprattutto da fiori e piante, che assistono il nostro organismo a ritrovare il suo equilibrio quando siamo in preda a stati d’animo negativi; aiutano a conoscerci meglio e quindi a controllare le nostre emozioni.