Sweet Chestnut

L’essenza floreale “Sweet Chestnut” si prepara fra i mesi di giugno e agosto con i ramoscelli di fiori e foglie della Castanea sativa, il Castagno europeo.

Le parole chiave per il Fiore di Bach Sweet Chestnut sono: Angoscia estrema.

Il Dr. Edward Bach nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi così descrive la personalità Sweet Chestnut: “Per coloro che hanno dei momenti in cui l’angoscia è così grande da sembrare insopportabile. Quando la mente o il corpo sentono di essere arrivati all’estremo limite della sopportazione, e che ora non ce la fanno più. Quando sembra che da affrontare ci siano rimasti solo distruzione e avvilimento.”

La persona che ha bisogno del Fiore di Bach Sweet Chestnut è afflitta da un profondo dolore che la trafigge nel corpo e nella mente.  Appare insopportabile, perché si ha la sensazione che il soffio vitale venga spento, le forze fisiche vengano meno, i pensieri siano offuscati e neri, tanto da non vedere più la luce alla fine del tunnel. La disperazione è tale che l’angoscia in cui cade la persona sembra essere la sua unica alternativa, come se questa fosse l’unica condizione possibile nella sua vita.

L’essenza floreale Sweet Chestnut calma la mente angosciata, la illumina, riaccende la luce alla fine del tunnel. La vita ricomincia ad avere un significato, il suo unico vero significato. Il fisico riacquista le sue forze, e si ha la sensazione di dover compiere qualcosa di cui si era perso il ricordo.

Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Sweet Chestnut si colloca nel Gruppo dello Scoraggiamento o Disperazione, insieme alle essenze Larch, Pine, Elm, Star of Bethlehem, Willow, Oak e Crab Apple.

Annunci

Pine

L’essenza floreale di Bach “Pine” viene preparata con i fiori ed i giovani germogli del Pinus sylvestris, il nostro comune Pino di bosco, nel mese di maggio o ad inizio giugno.

Le parole chiave per il Fiore di Bach Pine sono: Eccessiva autocritica, sensi di colpa.

Il Dr. Edward Bach nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi così descrive la condizione in cui si viene a trovare la persona che ha bisogno del Rimedio Pine: “Per coloro che si biasimano. Anche quando hanno successo pensano che avrebbero potuto fare meglio, e non si accontentano mai dei loro sforzi o risultati. Sono lavoratori instancabili, e soffrono molto per gli errori che attribuiscono a se stessi. A volte, in presenza di un errore dovuto a qualcun altro, essi si accollano la responsabilità anche di quell’errore.”

Pine è l’essenza floreale per chi si sente sempre scontento di se stesso. Si mette alla prova, a volte lavorando duramente, ma trova sempre qualcosa che non va nel suo operato. Se sbaglia, si sente in colpa per gli errori che ha commesso, anche se rimedia immediatamente, subito dopo essersi accorto dell’errore. I suoi sensi di colpa, poi, si protraggono nel tempo, e non gli danno pace. Non solo. Riesce ad attribuire a se stesso anche errori di altri, che non ha mai commesso in prima persona, ma che nella sua fantasia crede che avrebbe potuto evitare. E’ così che si accolla anche le responsabilità che sono di altri, e soffre per i sensi di colpa di errori mai commessi.

Il Fiore di Bach Pine può ridurre la sofferenza di queste persone, che col tempo riescono a non sentirsi più in colpa, né per sé né per altri, imparando che i propri errori rinforzano l’animo, rendono consapevoli e quindi pronti a migliorarsi nel cammino. Ravviva la comprensione che ogni singolo individuo ha un cammino diverso da un altro, e quindi delle responsabilità da assumersi in prima persona per poter crescere interiormente, e che quindi sarebbe nocivo e ingiusto accollarsi responsabilità ed errori commessi da altri.

La persona Pine in equilibrio potrà finalmente utilizzare le sue capacità lavorative per migliorare se stessa, gioendo dei suoi successi, libera da sensi di colpa che hanno la sola funzione di frenarla nelle sue aspirazioni e nel suo cammino spirituale.

Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Pine fa parte del Gruppo dello Scoraggiamento o Disperazione, insieme con i rimedi Larch, ElmSweet Chestnut, Star of Bethlehem, Willow, Oak e Crab Apple.

Willow

L’essenza floreale “Willow” si prepara all’inizio del mese di maggio utilizzando i ramoscelli con i fiori e le foglie del Salix Vitellina o Salice Giallo, una delle circa 300 specie di alberi della famiglia delle Salicaceae, che cresce in molte parti d’Europa.

Le parole chiave per il Fiore di Bach Willow sono:  Risentimento, vittimismo.

Il Dr. Edward Bach nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi così descrive la condizione in cui si viene a trovare la persona che ha bisogno del Rimedio Willow:  ”Per coloro che hanno sofferto avversità o sfortuna e le trovano difficili da accettare, senza lamentarsene o risentirsene, poiché essi tendono a giudicare la vita dal successo che apporta. Essi sentono di non aver meritato una così grande prova, che è stata ingiusta, e si amareggiano. Spesso si interessano meno e sono meno attivi riguardo quelle cose della vita in cui prima provavano piacere.”

I “Willow” sono persone che hanno aspettative che spesso non corrispondono a ciò che la vita riserva loro. E’ per questo che in circostanze poco propizie si deprimono, e non capiscono perché “è capitato proprio a loro”, e perché invece altri meno meritevoli di loro riescono a vivere una vita migliore, i loro sforzi vengono riconosciuti, o meglio, con poco sforzo riescono ad ottenere quello che vogliono….. Insomma, questi pensieri negativi non fanno che aggiungersi alla loro depressione, e si innesca così un circolo vizioso, per il quale la depressione alimenta i pensieri negativi e questi ultimi alimentano una depressione che diventa ancora più grave, portando queste persone sull’orlo dell’apatia, non riuscendo più a trovare validi motivi per continuare a condurre le attività di sempre, perché convinti che la “sfortuna” li perseguiti.

Il Fiore di Bach Willow riporta queste persone ad un giusto equilibrio. Riescono a capire che non bisogna nutrire aspettative, che la vita riserva a ognuno le sue esperienze, belle o brutte che siano, perché ognuno deve percorrere la propria strada evolutiva. Capiscono finalmente che solo l’accettazione del proprio cammino le porterà al vero successo, e niente altro. E’ così che i Willow possono ritrovare la gioia di dedicarsi ai loro interessi, alle loro attività, nella consapevolezza che questi non sono altro che espressione della loro unicità, completandosi con le opere dell’intero Universo.

Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Willow fa parte del Gruppo dello Scoraggiamento o Disperazione, insieme con i rimedi Pine, ElmSweet Chestnut, Star of Bethlehem, Crab Apple, Oak e Larch.

Crab Apple

L’essenza floreale “Crab Apple” si prepara nel mese di maggio con i fiori, le foglie e i ramoscelli del Malus pumila, una specie originaria del Caucaso e oggi coltivata anche in Italia.

Le parole chiave per il Fiore di Bach Crab Apple sono:  Pulizia, disgusto di sé.

Il Dr. Edward Bach nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi così descrive la condizione in cui si viene a trovare la persona che ha bisogno del Rimedio Crab Apple:  ”Questo è il rimedio depurativo. Per coloro che hanno la sensazione di avere qualcosa di poco pulito che li riguarda. Spesso si tratta di qualcosa di apparentemente poco importante: in altri vi potrebbe essere un malanno ben più grave che viene quasi trascurato, se paragonato a quella cosa su cui essi concentrano la loro attenzione. In entrambe queste tipologie di persone c’è ansia di liberarsi di quella particolare cosa che occupa le loro menti e che sembra loro così essenziale che debba essere curata. Essi si scoraggiano se la cura fallisce. Trattandosi di un depurativo, questo rimedio ripulisce le ferite, se il paziente avesse ragione di credere che all’interno sia penetrato un qualche veleno che debba essere estratto.”

La personalità Crab Apple ha un’idea fissa: la pulizia. Fa così parte di se stessa, che non si accorge quando talvolta esagera…. Questa pulizia non riguarda solo il suo aspetto fisico (che deve essere ai suoi occhi sempre piacevole), ma si estende anche all’ambiente dove esercita la sua attività, e quindi sua caratteristica è controllare che tutto sia in ordine. La sua precisione poi la porta a non perdere di vista nulla, a essere sempre molto lucida e presente in quello che fa. Nella malattia, anche se non grave, farà di tutto per trovare la cura giusta che potrà farla ristabilire al più presto. Quando in equilibrio, è una persona su cui fare affidamento, specie nel momento del bisogno, proprio per questa sua naturale capacità di tenere tutto sotto controllo così che ogni cosa possa ritrovare il suo ordine e la sua armonia.

Quando però esagera nella sua precisione e/o nella sua fissazione che c’è qualcosa di “sporco”, sia che la riguardi personalmente o che riguardi l’ambiente intorno a lei, allora sì che tende ad “ammalarsi” veramente! A tal punto che controlla continuamente che abbia chiuso la chiavetta del gas, per esempio, oppure prima di uscire di casa che abbia le chiavi con sé…. la si vede sempre che passa l’aspirapolvere perché dice di vedere qualcosa per terra, oppure non fa altro che ripulire i vetri delle finestre perché dice di vedere impresse alcune impronte…… Poi, se si ritrova davanti allo specchio, beh, allora si vede grassa (anche se non è ingrassata), e comunque non si piace, c’è sempre qualcosa che non va nel suo aspetto fisico….. Ecco allora il momento di assumere il Fiore di Bach Crab Apple per ristabilire l’equilibrio di questa persona che altrimenti tenderebbe alla depressione!

Più in generale, questa essenza floreale è indicata per “ripulire” sia il corpo dalle tossine che la mente dai pensieri impuri. Si raccomanda specialmente in casi di malattie della pelle (anche ad uso locale), e funziona come disintossicante di tutto il corpo, quindi anche per contrastare la costipazione, ad esempio. Il suo effetto depurativo è efficace nei cambi di stagione, e comunque sempre quando si ha l’impressione di avere accumulato troppe tossine nel corpo. In ultimo, ricordo che è una componente del Rescue Cream, una pomata da utilizzare in caso di bruciature, distorsioni, ustioni, strappi muscolari, piaghe, etc.

Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Crab Apple fa parte del Gruppo dello Scoraggiamento o Disperazione, insieme con i rimedi Pine, ElmSweet Chestnut, Star of Bethlehem, Willow, Oak e Larch.

Star of Bethlehem

L’essenza floreale “Star of Bethlehem” si prepara con i mazzi fioriti dell’Ornithogalum umbellatum, meglio conosciuto come Stella di Betlemme. Fiorisce da aprile a maggio.

Le parole chiave per il Fiore di Bach Star of Bethlehem sono:  Shock, lutto, traumi.

Il Dr. Edward Bach nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi così descrive la condizione in cui si viene a trovare la persona che ha bisogno del Rimedio Star of Bethlehem:  ”Per coloro che soffrono molto in condizioni che per un certo tempo sono causa di grande infelicità. Il trauma causato da gravi notizie, la perdita di una persona cara, lo spavento in seguito ad un incidente, e simili. Per coloro che per un certo tempo rifiutano di essere consolati, questo rimedio è di conforto.”

Lo stato emotivo in cui si trova la persona che ha bisogno di assumere il rimedio Star of Bethlehem è l’angoscia, il forte dolore che non si riesce ad esprimere. Proprio per questo è anche più difficile da estirpare, e c’è il pericolo che metta radici nel profondo, così la persona può rimanere per lungo tempo intrappolata nel dolore, anche inconsapevolmente.

La vita è un susseguirsi di traumi. La nascita stessa è un trauma. Però, perché si tramutino in esperienze di vita e non in dolore, è necessario affrontarli apertamente, riconoscendoli. Assumere il Fiore di Bach Star of Bethlehem aiuta in questa transizione, gradualmente. Darà finalmente sollievo a chi è stato per lungo tempo provato.

Assunto invece poco dopo aver ricevuto una cattiva notizia, o in caso di lutto di una persona cara, ad esempio, aiuterà ad evitare lo sconforto, e ad elaborare il lutto.

Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Star of Bethlehem fa parte del Gruppo dello Scoraggiamento o Disperazione, insieme con i rimedi Pine, ElmSweet Chestnut, Oak, WillowLarch e Crab Apple. Inoltre, Star of Bethlehem è uno dei rimedi contenuti nel Rescue Remedy, una miscela di Fiori ideata dal Dr. Edward Bach come aiuto nei casi di emergenza.

Oak

L’essenza floreale “Oak” si prepara con i fiori del Quercus robur, la Quercia comune, a fine aprile e maggio.

Le parole chiave per il Fiore di Bach Oak sono:  Esausti dal forte senso del dovere.

Il Dr. Edward Bach nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi così descrive la condizione in cui si viene a trovare la persona che ha bisogno del Rimedio Oak:  ”Per coloro che combattono e lottano con tutte le loro forze per ristabilirsi nella salute, o circa le questioni della loro vita quotidiana. Essi non smetteranno di tentare una cosa dopo l’altra, sebbene il loro caso potrebbe sembrare disperato. Essi continueranno a lottare. Sono scontenti con se stessi se una malattia dovesse interferire con i loro doveri o l’aiuto verso il prossimo. Sono persone coraggiose, che lottano contro grosse difficoltà, senza perdere né la speranza né le forze.”

Le persone “Oak” sono forti proprio come la quercia, l’albero dal quale si raccolgono i fiori per la preparazione del rimedio. Difatti esse si “sentono” forti, capaci di abbattere qualsivoglia ostacolo, pur di riuscire in ciò che devono e vogliono compiere. Per questo, a volte si prendono carico anche di responsabilità che non sono le loro, al solo scopo di aiutare gli altri. Dovesse sopravvenire una malattia, non sopporterebbero la loro condizione, e se da una parte si comporterebbero come se non avessero nulla, dall’altra, cercherebbero di curarsi in modo da ristabilirsi nel più breve tempo possibile. E questo soprattutto perché la malattia le rende deboli ed incapaci di portare avanti la loro sempre grande mole di lavoro.

Ma purtroppo, non sempre le persone Oak riescono a stare bene in salute, e può succedere talvolta che non riescano a vincere contro tutte le avversità della vita perché esaurite. Allora, non si riconoscono più, e quindi subentra in loro lo scoraggiamento. Loro, che solitamente aiutano gli altri e sono un sostegno per gli altri, hanno adesso bisogno di essere aiutate…..

L’essenza floreale Oak ridarà a queste persone la loro forza originaria, caratteriale, per uscire fuori dalla condizione inusuale in cui si sono ritrovate loro malgrado. Troveranno allora il modo per riacquistare la salute attraverso la consapevolezza del loro corpo e della necessità di trovare spazio per il riposo nella loro vita quotidiana. Il rimedio ridonerà poi il coraggio momentaneamente perso.

Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Oak fa parte del Gruppo dello Scoraggiamento o Disperazione, insieme con i rimedi Pine, ElmSweet Chestnut, Star of Bethlehem, WillowLarch e Crab Apple.

Larch

L’essenza floreale “Larch” si prepara con i fiori, le foglie e i ramoscelli del Larix decidua, il Larice comune, nei mesi di aprile e maggio.

Le parole chiave per il Fiore di Bach Larch sono:  Mancanza di fiducia in se stessi.

Il Dr. Edward Bach nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi così descrive la condizione in cui si viene a trovare la persona che ha bisogno del Rimedio Larch:  “Per coloro che non si considerano tanto bravi o capaci quanto coloro che li circondano, che si aspettano di fallire, che sentono di non poter mai avere successo, e perciò non osano o fanno alcun tentativo abbastanza significativo per riuscire.”

Le persone che hanno bisogno di assumere il Fiore di Bach Larch hanno perso la loro autostima. Preferiscono rinunciare, pur di non fallire. E sono infatti convinti di fallire, di non essere all’altezza. Perciò non tentano neanche, perché per loro un fallimento equivale ad una sconfitta, alla quale in cuor loro pensano di non poter far fronte emotivamente….
Il Rimedio di Bach Larch fa ritrovare la fiducia in se stessi. La persona non ha più timore di farsi avanti, così come di provare nuove strade, perché ha ritrovato l’entusiasmo nella vita, e sa che quest’ultima è fatta di vincite, ma anche di sconfitte che rendono più forti emotivamente. Perciò, non si scoraggia facilmente se non raggiunge il successo sperato, ma anzi cerca di misurarsi con gli altri, di capire le ragioni del suo fallimento, per poter migliorare in futuro.
Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Larch fa parte del Gruppo dello Scoraggiamento o Disperazione, insieme con i rimedi Pine, ElmSweet Chestnut, Star of Bethlehem, Willow, Oak e Crab Apple.

Voci precedenti più vecchie