Il Medico e la Malattia

“Attendere la comparsa dei segni di una malattia per poi guarirla
è come forgiare una spada dopo aver dichiarato guerra
o cominciare a scavare un pozzo quando si ha sete.

Il grande terapeuta stronca la malattia
prima della sua apparizione,
mentre il piccolo mediconzolo si affanna a curare
i sintomi che non ha saputo prevedere. “

Huangdi Nei Jing, Libro dell’Interno, 475-221 a.C.

yin_yang

Annunci

Cerato

L’essenza floreale “Cerato” è preparata con i fiori del Ceratostigma willmottiana nei mesi di agosto e settembre. E’ una pianta originaria del Tibet, della Cina e dell’Himalaya, che cresce nei nostri giardini ed è conosciuta con il nome di Plumbago.

Le parole chiave per il Fiore di Bach Cerato sono: Dubitare delle proprie decisioni.

Il Dr. Edward Bach così descrive la personalità Cerato nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi: “Coloro che non hanno sufficiente fiducia in loro stessi da poter prendere le proprie decisioni. Essi costantemente chiedono consiglio agli altri, e spesso vengono fuorviati.”

Il Cerato, quando in equilibrio, è consapevole delle proprie capacità e sa di potersi affidare sempre al proprio intuito, quando ha bisogno di una guida.

A differenza di Scleranthus, quando Cerato dubita delle proprie capacità decisionali cerca qualcuno a cui chiedere consiglio. Più gli viene dato un parere, più il Cerato diventa preda del dubbio, ricercando altri pareri, e non dà ascolto alla voce interiore, che invece gli suggerisce la vera strada da intraprendere. Al contrario, i consigli che lui riceve sembrano ai suoi occhi essere le uniche vie d’uscita, e quindi il più delle volte vi si affida – anche quando non ne è completamente convinto -, e spesso si accorge – oramai troppo tardi – di aver sbagliato a dare ascolto ai consigli della gente.

Ma purtroppo, quando Cerato non è in equilibrio, non riesce a connettersi con la sua interiorità, perché non ha più fiducia in sé, né come persona pensante né come individuo capace di relazionarsi con altre realtà che coesistono nel suo essere. Non si rende conto che le persone a cui chiede consiglio sono altri individui diversi da lui, il cui bagaglio esperenziale non può essere il suo. Per cui, i consigli che gli vengono offerti non possono sempre essere adeguati alla sua persona e all’esperienza che si ritrova a vivere.

Il Fiore di Bach Cerato ridona fiducia a questi individui. Fiducia in sé stessi, e nelle loro capacità di decisione. Li fa riaprire alla voce interiore a cui purtroppo spesso sono sordi e che invece, se ascoltata, si rivela fonte di grande gioia.

Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Cerato fa parte del Gruppo dell’Incertezza, insieme ai rimedi Scleranthus, Gentian, Gorse, Hornbeam e Wild Oat.