Sweet Chestnut

L’essenza floreale “Sweet Chestnut” si prepara fra i mesi di giugno e agosto con i ramoscelli di fiori e foglie della Castanea sativa, il Castagno europeo.

Le parole chiave per il Fiore di Bach Sweet Chestnut sono: Angoscia estrema.

Il Dr. Edward Bach nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi così descrive la personalità Sweet Chestnut: “Per coloro che hanno dei momenti in cui l’angoscia è così grande da sembrare insopportabile. Quando la mente o il corpo sentono di essere arrivati all’estremo limite della sopportazione, e che ora non ce la fanno più. Quando sembra che da affrontare ci siano rimasti solo distruzione e avvilimento.”

La persona che ha bisogno del Fiore di Bach Sweet Chestnut è afflitta da un profondo dolore che la trafigge nel corpo e nella mente.  Appare insopportabile, perché si ha la sensazione che il soffio vitale venga spento, le forze fisiche vengano meno, i pensieri siano offuscati e neri, tanto da non vedere più la luce alla fine del tunnel. La disperazione è tale che l’angoscia in cui cade la persona sembra essere la sua unica alternativa, come se questa fosse l’unica condizione possibile nella sua vita.

L’essenza floreale Sweet Chestnut calma la mente angosciata, la illumina, riaccende la luce alla fine del tunnel. La vita ricomincia ad avere un significato, il suo unico vero significato. Il fisico riacquista le sue forze, e si ha la sensazione di dover compiere qualcosa di cui si era perso il ricordo.

Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Sweet Chestnut si colloca nel Gruppo dello Scoraggiamento o Disperazione, insieme alle essenze Larch, Pine, Elm, Star of Bethlehem, Willow, Oak e Crab Apple.

Annunci

Pine

L’essenza floreale di Bach “Pine” viene preparata con i fiori ed i giovani germogli del Pinus sylvestris, il nostro comune Pino di bosco, nel mese di maggio o ad inizio giugno.

Le parole chiave per il Fiore di Bach Pine sono: Eccessiva autocritica, sensi di colpa.

Il Dr. Edward Bach nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi così descrive la condizione in cui si viene a trovare la persona che ha bisogno del Rimedio Pine: “Per coloro che si biasimano. Anche quando hanno successo pensano che avrebbero potuto fare meglio, e non si accontentano mai dei loro sforzi o risultati. Sono lavoratori instancabili, e soffrono molto per gli errori che attribuiscono a se stessi. A volte, in presenza di un errore dovuto a qualcun altro, essi si accollano la responsabilità anche di quell’errore.”

Pine è l’essenza floreale per chi si sente sempre scontento di se stesso. Si mette alla prova, a volte lavorando duramente, ma trova sempre qualcosa che non va nel suo operato. Se sbaglia, si sente in colpa per gli errori che ha commesso, anche se rimedia immediatamente, subito dopo essersi accorto dell’errore. I suoi sensi di colpa, poi, si protraggono nel tempo, e non gli danno pace. Non solo. Riesce ad attribuire a se stesso anche errori di altri, che non ha mai commesso in prima persona, ma che nella sua fantasia crede che avrebbe potuto evitare. E’ così che si accolla anche le responsabilità che sono di altri, e soffre per i sensi di colpa di errori mai commessi.

Il Fiore di Bach Pine può ridurre la sofferenza di queste persone, che col tempo riescono a non sentirsi più in colpa, né per sé né per altri, imparando che i propri errori rinforzano l’animo, rendono consapevoli e quindi pronti a migliorarsi nel cammino. Ravviva la comprensione che ogni singolo individuo ha un cammino diverso da un altro, e quindi delle responsabilità da assumersi in prima persona per poter crescere interiormente, e che quindi sarebbe nocivo e ingiusto accollarsi responsabilità ed errori commessi da altri.

La persona Pine in equilibrio potrà finalmente utilizzare le sue capacità lavorative per migliorare se stessa, gioendo dei suoi successi, libera da sensi di colpa che hanno la sola funzione di frenarla nelle sue aspirazioni e nel suo cammino spirituale.

Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Pine fa parte del Gruppo dello Scoraggiamento o Disperazione, insieme con i rimedi Larch, ElmSweet Chestnut, Star of Bethlehem, Willow, Oak e Crab Apple.

Red Chestnut

Il Fiore di Bach “Red Chestnut” si prepara con le foglie e i fiori dell’Aesculus carnea, l’Ippocastano dalle infiorescenze color rosa e rosso, fra i mesi di maggio e giugno.

Le parole chiave per l’essenza Red Chestnut sono: Ansia eccessiva per gli altri.

Il Dr. Edward Bach nel suo libro I dodici guaritori e altri rimedi così descrive le persone che necessitano del rimedio Red Chestnut: ” Per coloro che trovano difficile non essere ansiosi per gli altri. A volte arrivano a non preoccuparsi più per se stessi, ma possono soffrire molto per coloro che amano, spesso aspettandosi che qualcosa di spiacevole possa loro accadere.”

Lo stato emotivo Red Chestnut può essere transitorio, ma anche tipologico, e cioè il nostro carattere può essere influenzato in modo permanente da uno stato d’animo eccessivamente ansioso verso le persone care. In questo caso saremmo portati a preoccuparci costantemente per i nostri cari, anche a detrimento della nostra salute fisica. L’ansia può essere tale da farci soffrire a tal punto da cadere ammalati. Inoltre, senza saperlo, trasferiamo la nostra ansia proprio verso quelle persone a cui noi teniamo maggiormente e delle quali ci preoccupiamo, aggravando così anche il loro stato fisico e psicologico che può essere la fonte della nostra preoccupazione.

Quando si entra in uno stato emotivo Red Chestnut la nostra mente ansiosa non fa che produrre pensieri negativi, di paura di qualcosa di terribile che possa accadere alle persone a noi care, tanto da immaginare che esse possano diventare preda delle peggiori esperienze. In realtà in questo modo nel nostro intimo noi vorremmo impedire che queste situazioni accadano, e non siamo consapevoli del fatto che i pensieri negativi vanno invece a ripercuotersi nel nostro ambiente circostante, e quindi non aiutano a proteggere i nostri cari dalle esperienze immaginate.

Assumere il Rimedio di Bach Red Chestnut aiuta ad allontanare l’ansia e  la paura eccessive verso i nostri cari, fa ritrovare un senso di equilibrio e di benessere tanto per noi stessi quanto per chi ci circonda; e questi ultimi si sentiranno perfino attratti dalla nostra calma nel gestire le situazioni più difficili, affidandosi a noi con maggiore fiducia.

Fra i 7 Gruppi Emozionali individuati da Edward Bach, Red Chestnut fa parte del Gruppo della Paura, insieme con i rimedi Rock Rose, MimulusCherry Plum e Aspen.